Iscriviti alla Newsletter EXKi


Iscriviti alla newsletter
Chiudi X
Questo sito, e gli strumenti terzi da questo utilizzati, si avvalgono di cookie necessari per il suo funzionamento, per analizzare in maniera aggregata le visite al sito stesso, e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze, secondo le finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Accetto

Iscriviti alla newsletter EXKi:


Iscrivendoti accetti la nostra privacy policy

Home » News
06/01/2018

I cereali integrali e i benefici per la nostra salute!

I cereali sono semi di piante appartenenti alla famiglia delle graminacee quali frumento, segale, riso, avena e orzo, che da migliaia di anni costituiscono la base dell’alimentazione umana. In epoca preindustriale, i cereali venivano generalmente consumati interi, ma gli avanzamenti nei processi di molitura e lavorazione consentirono la separazione e la rimozione su larga scala della crusca e del germe e la produzione di farine raffinate ottenute principalmente dall'endosperma, ricco di amido. Le farine raffinate divennero popolari perché i prodotti da forno che le contengono hanno una consistenza più soffice e durano più a lungo. La crusca e il germe, tuttavia, contengono sostanze nutritive importanti, che vanno perdute con la raffinazione.

Secondo le raccomandazioni dietetiche internazionali, bisognerebbe sostituire la metà dei cereali raffinati (come pane, pasta, riso, fette biscottate, dolci) con i loro omologhi integrali. Nonostante i cereali integrali siano uno dei pilastri fondamentali della nostra alimentazione e salute, circa tre quarti degli italiani non ne consumano a sufficienza.

Negli ultimi anni numerose ricerche hanno evidenziato l'importanza dei cereali integrali rispetto ai prodotti raffinati, per contrastare l’obesità, le malattie cardiovascolari e il diabete.

Ma quanti cereali doveremmo consumare al giorno? 
Le linee guida della Società di nutrizione umana stabiliscono che per incrementare l’introito di fibra metà della porzione di cereali mangiati quotidianamente dovrebbe essere costituita da cereali integrali. Il valore considerato ottimale è di 30 g al giorno, quindi un piccolo quantitativo quotidiano (per esempio 30 gr di cereali integrali a colazione, oppure 30 gr di pane integrale a pranzo etc).

Quali sono i cereali privi di glutine? Mais, Miglio, Riso integrale, Amaranto, Quinoa e Grano Saraceno. 

Tutte le ricette che puoi assaporare da EXKi in questo periodo